Percorso di preparazione alla Santa Pasqua – Confessioni

Pubblicato giorno 25 marzo 2018 - Avvisi 2018

tweet_confessione
Condividi su:   Facebook Twitter Google

 

Lunedì 26 e Martedì 27 dalle 9.30 alle 12.00 e dalle 18.30 alle 21.00 il Parroco ci aspetta per le Confessioni.

Papa Francesco ha spiegato perché è importante fare il passo, non sempre facile, di accostarsi al confessionale. «Confessarsi davanti a un sacerdote è un modo per mettere la mia vita nella mani e nel cuore di un altro, che in quel momento agisce in nome e per conto di Gesù. È un modo per essere concreti e autentici: stare di fronte alla realtà guardando un’altra persona e non se stessi riflessi in uno specchio». «È vero che io posso parlare con il Signore, chiedere subito perdono a Lui, implorarlo. E il Signore perdona, subito – ha osservato il Papa – Ma è importante che io vada al confessionale, che metta me stesso di fronte a un sacerdote che impersona Gesù, che mi inginocchi di fronte alla Madre Chiesa chiamata a dispensare la misericordia di Dio». «Ricordiamo che non siamo lì anzitutto per essere giudicati. È vero che c’è un giudizio nella confessione, ma c’è qualcosa di più grande del giudizio che entra in gioco. È lo stare di fronte a un altro che agisce in persona Christi per accoglierti e perdonarti. È l’incontro con la misericordia».

 

Tutti abbiamo bisogno di misericordia e perdono, perché tutti siamo peccatori.

Condividi su:   Facebook Twitter Google

Lascia un commento

  • (will not be published)